Glossario

APT Attention Process Training

L'APT è un protocollo riabilitativo ideato da Sohlberg e Mateer (1986). Come l'OMRT anche questo programma è stato ideato secondo un approccio funzione-specifico. Un trattamento modulare delle principali funzioni in cui l'attenzione viene divisa i sottocomponenti:
- Attenzione sostenuta;
- Attenzione selettiva;
- Attenzione alternata;
- Attenzione divisa.
 
 
Le funzioni non vengono trattate indifferentemente ma il training da un diritto di precedenza alle componenti attentive di maggior rilievo (sulle quali si poggiano le altre).
Le prove seguono un ciclo di difficoltà crescente  e sino a quando un paziente non avrà superato un blocco non potrà accedere all'altro. Atal fine, per passare al ciclo successivo, saranno seguite le seguenti regole:
1) Dove si potrà misurarlo, il tempo di esecuzione nello svolgimento della prova dovrà decrescere del 35%.
2) L'accuratezza raggiunta deve essere dell'85% (errori/omissioni devono ridursi e gli errori non devono superare il 15%).

 

I 4 cicli dell'APT

 

Ciclo 1: Attenzione sostenuta;

Ciclo 2 : Attenzione selettiva;

Ciclo 3: Attenzione alternata;

Ciclo 4: Attenzione divisa.

 

Per una più esauriente descrizione invitiamo il lettore a cliccare sull'area: strumenti diagnosi e valutazione

 

Riferimenti
Anna Mzzucchi, La riabilitazione neuropsicologica, 2005, p:199-203, Masson

 


APT Attention Process Training
© 2019 Neuropsycholgy - Area Riservata
Facebook twitter linkedin