Glossario

Disturbi Specifici dell´Apprendimento (DSA)

I Disturbi specifici dello sviluppo o disturbi specifici dell'apprendimento (DSA), sono disturbi che intaccano l'apprendimento di alcune abilità specifiche e che non permettono una completa autosufficienza nell'acquisizione di conoscenze poiché le difficoltà si sviluppano sulle attività che servono per la trasmissione della cultura, come, ad esempio, la lettura, la scrittura e/o il far di conto.  Si tratta di disturbi di grande rilevanza dal punto di vista scolastico, dal momento che le normali modalità di apprendimento (ad esempio della lettura o del calcolo) appaiono alterate fin dalle fasi iniziali, cioè di solito prima ancora che il problema possa in qualche modo essere imputabile a una cattiva scolarizzazione, a metodi di insegnamento sbagliati o a carenze motivazionali relative alle attività scolastiche. Si ritiene che questi disturbi, che in passato tendevano a essere attribuiti a problemi di tipo affettivo, emotivo o relazionale, derivino da anomalie nell'elaborazione cognitiva, presumibilmente legate a qualche tipo di disfunzione biologica di solito non meglio identificata. Naturalmente, alcuni disturbi emotivi possono essere correlati a queste forme ed è molto probabile che esse siano in relazione con fattori non biologici come le opportunità di apprendimento e la qualità dell' insegnamento. È proprio su tali ultimi punti che si giocano in larghissima misura le opportunità di recupero di questi bambini. Vengono distinti nei seguenti tipi.
 
Disturbi specifici dello sviluppo si dividono in (sigle definiti anche con la sigla F81 nella Classificazione Internazionale ICD-10 dell'Organizzazione mondiale della sanità e compresi nel capitolo 315 del DSM-IV americano e annoverate dalla LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170):
- dislessia (F81.0/315.02)
- disgrafia
- disortografia
- disturbo specifico della compitazione (F81.1/315.2)
- discalculia (F81.2/315.1)
 
Nei paesi anglosassoni la definizione comprende anche:
- disturbo specifico del linguaggio (F80.0-F80.2/315.3)
- disprassia
- disturbo dell'elaborazione auditiva
- disturbo dell'apprendimento non verbale
In un soggetto si possono verificare anche più disturbi insieme.
 
 
 
 
 
 
 
Riferimenti
Manuale Diagnostico dei Disturbi Mentali, DSM-IV TR, 2001, Masson
Cesare Cornoldi, Le difficoltà di apprendimento a scuola, Bologna, il mulino, 1999, ISBN 978-88-15-07108-8.
http://it.wikipedia.org/wiki/Disturbi_specifici_di_apprendimento


Disturbi Specifici dell´Apprendimento (DSA)
© 2019 Neuropsycholgy - Area Riservata
Facebook twitter linkedin