Glossario

Agnosia

L'agnosia è un disturbo neuropsicologico che intacca il riconoscimento percettivo di oggetti, persone, suoni od odori ma limitato a una sola modalità sensoriale (visiva, uditiva, tattile ecc.) e non imputabile a un deficit del corrispondente organo di senso (vista, udito, sensibilità ecc). Per ogni senso sono riscontrabili diversi tipi di agnosia (prosopoagnosia, agnosia musicale, stereoagnosia o agnosia tattile, agnosia visuo-motoria, ecc.).Il soggetto affetto da agnosia visiva (ma analoghe considerazioni possono farsi per i deficit legati alle altre modalità) può non essere in grado di riconoscere il disegno di un oggetto comune o un esemplare reale dello stesso oggetto che gli vengono mostrati; tuttavia manipolando l’oggetto, anche a occhi chiusi, lo riconoscerà perché il disturbo non ne distrugge l’informazione concettuale.
Si distingue tra agnosia appercettiva (causata in genere da lesioni cerebrali posteriori destre) e agnosia associativa (causata in genere da lesioni occipitali sinistre o bilaterali), che rappresentano la compromissione di livelli gerarchicamente diversi del processo di riconoscimento visivo.
 
 
Riferimenti
Joseph C. Segen, Concise Dictionary of Modern Medicine, New York, McGraw-Hill, 2006. ISBN 978-88-386-3917-3.
Elisabetta Làdavas, Anna Berti, Neuropsicologia, Bologna, il Mulino, 2002. ISBN 978-88-15-08898-7.
L. Pizzamiglio e G. Denes; Manuale di Neuropsicologia II ed., 1996; ed. Zanichelli


© 2019 Neuropsycholgy - Area Riservata
Facebook twitter linkedin