Glossario

Idrocefalo normoteso

L'idrocefalo normoteso è una patologia neurologica caratterizzata da un'eccessiva quantità di liquido cerebrospinale nei ventricoli cerebrali, che determina un’espansione di quest’ultimi con conseguente compromissione della massa corticale. E’ provocato o da un mancato deflusso del liquor nei ventricoli a causa dell’ostruzione di un foro interventricolare solitamente il foro di Monro; oppure da un mancato riassorbimento del liquor da parte delle granulazioni aracnoidali.
L’epidemiologia riguarda soggetti di età compresa tra i 60 e i 70 anni.
 
 
Sintomi
 
L'idrocefalo normoteso è caratterizzato dall'insorgenza graduale di tre sintomi, in genere in quest'ordine:
- disturbi della deambulazione (difficoltà a camminare) con passo strascicato;
- tendenza a cadere, sensazione di piedi pesanti o difficoltà a salire e scendere le scale incontinenza urinaria (problemi di controllo della vescica) con frequente e improvviso bisogno di urinare o incapacità di trattenere l'urina lieve demenza (deficit cognitivi) con amnesia;
- perdita di memoria a breve termine, apatia o sbalzi di umore.
 
 
Riferimenti
Pastore, FS; De Caro, GMF; Artico, M; Neroni, M; Giuffrè, R; L'idrocefalo normoteso: problematiche di fisiopatologia e diagnostica, 1997,Nuova Rivista di Neurologia, 7(2), 35-39


Idrocefalo normoteso
© 2019 Neuropsycholgy - Area Riservata
Facebook twitter linkedin