Glossario

Emianopsia

E’ un disturbo caratterizzato da una cecità limitata di una metà del campo visivo: la particolare disposizione delle fibre nervose nell’ambito delle vie ottiche spiega la possibilità di un disturbo così circoscritto e di altre patologie collegate. Può colpire la metà destra/sinistra o la metà alta/bassa del campo visivo. L’e. può essere conseguente a lesioni di varia natura che colpiscono le vie nervose della trasmissione ottica in corrispondenza o posteriormente al chiasma ottico.
Le emianopsie prendono il nome dalla metà di campo visivo escluso, e possono essere monolaterali  o  bilaterali. La lesione laterale del chiasma ottico (da tumori, meningiti, aneurismi ecc.) interferisce con la visione della metà nasale del campo visivo dello stesso lato (e. nasale omolaterale). Le lesioni interessanti la parte posteriore o superiore del chiasma (tipici sono i tumori dell’ipofisi) determinano lesioni delle fibre crociate che provengono dalla metà nasale delle due retine: in tal modo viene soppressa la visione nelle due metà laterali del campo visivo (e. bitemporale). Le rarissime lesioni interessanti i due lati del chiasma (meningiti, aracnoiditi, aneurismi ecc.) determinano una e. binasale.Inoltre i processi patologici che colpiscono le vie ottiche situate posteriormente al chiasma (siano esse i tratti ottici o le vie poste all’interno della massa cerebrale), colpendo le fibre che sono interessate alla visione delle due metà omologhe del campo visivo, danno origine all’e. laterale omonima, cioè alla cecità delle due metà omonime, destre o sinistre, del campo visivo.Quando la lesione postchiasmatica è incompleta, il disturbo visivo colpisce solo parzialmente i due campi visivi dando origine alla e. a quadrante. Le emianopsie laterali omonime non sempre indicano con precisione il punto esatto della lesione, che dovrà pertanto essere stabilito con altri rilievi clinici. Non sempre il paziente affetto da una e. si rende conto tempestivamente del proprio deficit visivo, la cui valutazione e identificazione è comunque affidata allo studio del campo visivo.In tutte le emianopsie la visione centrale (cioè il punto di fissazione dello sguardo, dove la visione è più nitida e definita) non viene interessata a causa del particolare decorso e distribuzione nella corteccia cerebrale delle fibre provenienti da questa zona della retina (tratto dal dizionario medico corriere.it).

 

 


© 2019 Neuropsycholgy - Area Riservata
Facebook twitter linkedin