Glossario

Cervelletto

Il cervelletto è la porzione della massa encefalica di forma ovoidale che prende origine dalla parte dorsale della vescicola romboencefalica e occupa la parte posteriore e inferiore della cavità cranica. Fa parte del sistema nervoso centrale (SNC), ed è coinvolto nel controllo motorio,  nel linguaggio e sembra nella vigilanza e nei processi cognitivi relativi all’attenzione e memoria (da qui la dicituracervelletto cognitivo). Esso contiene circa 50 miliardi di neuroni contro i circa 22 miliardi della corteccia cerebrale (Robinson, 1995). Il c. è un'importante componente del sistema motorio, le sue connessioni efferenti raggiungono tutte le principali strutture motorie motivo per cui quando è soggetto a lesione il comportamento motorio della persona subisce importanti conseguenze (movimento atassico).
 
Anatomia
Come l’encefalo anche il cervelletto è costituito da due emisferi laterali convessi chiamati emisferi cerebellari e come il telencefalo tali emisferi sono ricchi di solchi e circonvoluzioni. Gli emisferi sono separati da una parte centrale detta verme.
 Il c. presenta 2 facce, una faccia superiore sotto i lobi occipitali, è separata dal tentorio del cervelletto (una separazione di materia fibrosa molto dura disposta orizzontalmente).
La faccia inferiore a contatto con le fosse craniche posteriori e con la cisterna magna (vasca contenente il liquor).
La circonferenza è percorsa anteriormente da una depressione, l'ilo cerebellare, delimitato dai tre peduncoli cerebellari diretti verso il tronco encefalico. L'ilo è a delimitato superiormente dalla valvola di Vieussens e dalla valvola di Tarin che si congiungono nell'ilo formando un angolo acuto, il fastigium, aperto anteriormente e formante l'apice della volta del IV ventricolo. La valvola di Vieussens, in particolare, è una lamina che congiunge il centro midollare con la lamina tecti (lamina quadrigemina) ed è formata da due strati: uno superiore di sostanza bianca, il velo midollare superiore (o anteriore), che occupa lo spazio compreso fra i peduncoli superiori e uno strato più profondo di sostanza grigia che continua con la faccia inferiore del verme. La valvola di Tarin o velo midollare inferiore (o posteriore) è una lamina di ependima, continuazione della membrana tectoria, che occupa lo spazio fra i peduncoli inferiori.

 

N.B.
Per una trattazione più completa invitiamo il lettore a consultare l'area anatomia cerebrale 

 

 

 

Riferimenti:
Susan Standring, Anatomia del Gray, volume I, Milano, Elsevier, 2009, ISBN 978-88-214-3132-6

 

 


Cervelletto
© 2019 Neuropsycholgy - Area Riservata
Facebook twitter linkedin