Glossario

Eruristica

In psicologia cognitiva, l' euristica può essere intesa come quella strategia cognitiva o di pensiero, in grado di operare una semplificazione del pensiero che si traduce in una più rapida elaborazione di giudizi sociali,  di ricavare inferenze dal contesto, di attribuire significato alle situazioni, nonchè di prendere decisioni a fronte di problemi complessi o di informazioni incomplete. Il pensiero sarà pertanto modulato sulla base di semplificazioni strategiche che consentono di giungere più facilmente alla risoluzione del compito.
 
 
 
 
 
Sono state individuate diverse strategie euristiche:
- Euristica della rappresentatività: che mira a classificare l'oggetto sulla base delle caratteristiche di somiglianza e rilevanza
- Euristica della disponibilità: stimare la possibilità che si verifichi un certo evento avvalendosi di un ricordo a valenza emotiva
-Euristica dell'ancoraggio: giudicare una situazione ancorandosi ad una conoscenza già nota 
Questo tipo di euristica descrive la comune tendenza umana a fare troppo affidamento sulle prime informazioni che si trovano.
Purtroppo essendo generiche, tali strategie possono essere applicate in tempi e modi inappropriati, inducendo distorsioni cognitive che condizionano negativamente il giudizio e la decisione finale (Tversky e Kahneman, 1983). I giudizi euristici attivati con maggiore frequenza consisterebbero in valutazioni di tipo essenzialmente intuitivo, stereotipate e basate su approssimative regole empiriche.
 
Possiamo riassumere il processo euristico  di analisi del problema e risoluzione dello stesso nelle seguenti regole:
- Analisi del problema sulla base delle esperienze precedenti
- Analisi e pianificazione-programmazione degli obiettivi
- Avvio spontaneo delle azioni, in corretta sequenza e in risposta alle esigenze (decision making)
- Valutazione critica delle informazioni disponibili e degli eventuali limiti ed ostacoli oggettivi (bias)
- Flessibilità cognitiva mediante la generazione di valide alternative nel caso varino le condizioni o la risposta sia inadeguata
- Inibizione degli impulsi, autocontrollo e monitoraggio
- Comprensione delle esigenze, delle opinioni e delle diverse prospettive.
 
 
 
 
 
 
 
Riferimenti
Tratto da: Rafaella Cattellani e Delfina Corsini. 2012. Riabilitare le funzioni esecutive; UNI.NOVA, p:37-38
Tverssky A, Kahneman D. 1983, Extensional vs intuitive reasoning:The conjunction fallacy in probability judgement. Psychological Review, 90:293-315


Eruristica
© 2019 Neuropsycholgy - Area Riservata
Facebook twitter linkedin